Gourmet Zone Cooking Demo_1

Food Expo 2015 – la visita

Food Expo 2015 - Hong Kong

Eccoci ai giorni del Food Expo 2015 ad Hong Kong che si terrà dal 13 al 18 Agosto 2015.
Da molti è considerata la più importante fiera per il mercato asiatico, relativa al cibo.
Nonostante la crisi che si respira in occidente, il Food Expo continua a fare grandi numeri, attirando ad Hong Kong, espositori, buyers e clienti da mezza Asia, e non solo.

Difficile dare torto agli espositori, con un mercato che tra Cina, Sud Est Asiatico, Corea del Sud e Giappone, arriva a sfiorare i 2'200'000'000 di abitanti.

Un bacino di clientela impressionate se si paragona al vecchio continente, circa il triplo della nostra Europa o agli stati uniti, che con una popolazione di circa 325'127'000 abitanti è circa  un sesto

Siamo già alla 26^ edizione di questa manifestazione, che si svolge nel centro pulsante di Hong Kong, all’Hong Kong Convention and Exhibition Centre nel quartiere di Wan Chai.

Anche questo anno i visitatori non hanno subito flessioni, con una vera e propria "marea" di persone che dalla vicina fermata delle metropolitana si riversavano all'interno dell'Hong Kong Convention and Exhibition Centre.

Gli organizzatori si aspettavano tra i 460'000 ed i 480'000 visitatori per questa edizione che ha segnato il numero record , in aumento di circa il 2% rispetto al 2014 di 470'000 visitatori

Quando

13-17 Agosto 2015

Visitatori

470'000

Gli espositori registrati sono invece stati più di 1'200 e provengono da circa 24 paesi pronti a promuovere i loro prodotti. 

Tanto per avere un raffronto, secondo i dati divulgati da Verona Fiere, nel 2015 i visitatori del vinitaly sono stati circa 150'000 e quasi 4'100 espositori.

Espositori

1'200

Paesi

24

I settori

Quali sono invece i settori merceologici presenti alla fiera , i classici del Food & Beverage, con moltissimi prodotti alimentari, molte bibite e una buona quantità di vino.

Naturalmente non poteva mancare il Te, che in Asia la fa sicuramente da padrone, con un suo salone interamente dedicato.

  • Bakery Products
  • Beverage (alcoholic)
  • Beverage (non-alcoholic), Health Drink, Coffee
  • Biscuits, Snacks & Confectionery
  • Canned, Frozen & Processed Food
  • Convenient & Instant Food
  • Dairy Products
  • Fruit & Vegetables
  • Health, Green & Organic Food
  • Meat & Poultry
  • Rice, Noodle & Pasta
  • Sauces & Seasonings
  • Seafood
  • Sugar & Sweets

La visita

Giorno 1

Mi ero già preparato per la visita alla manifestazione, ed avevo fatto la pre-registrazione on-line, che in teoria doveva fare in modo che il mio badge fosse consegnato direttamente presso il mio ufficio di Hong Kong, nei giorni prima la manifestazione. Fatto sta che la mattina che decido di andare in fiera, il badge non era ancora arrivato.

Mi reco di buon ora agli ingressi per non trovare fila, ma già dalla stazione della metropolitana di Wan Chai, quella più vicina, noto un certo affollamento, più del solito per e tutto verso una sola meta.

L'organizzazione come sempre era impeccabile, assistenti e polizia lungo tutto il percorso che instradavano i visitatori, arrivo finalmente all'interno dell'Hong Kong Convention and Exhibition Centre e mi reco al banco per la registrazione degli addetti ai lavori, presento la mail sul telefonino con il codice di riferimento ed in 1 minuto ho il mio badge stampato e sono pronto per entrare.

Lo stabile già lo conosco, molte delle fiere a cui ho partecipato si sono svolte qui, per questo non mi è difficile muovermi tra i padiglioni, e tra i vari piani, ed inizio subito ad esplorare il padiglione principale al Primo piano, la così detta Public Hall, dove si svolge il grosso della manifestazione per i visitatori, e dove in 5 giorni di fiera si sono riversati 470'000 persone.

La maggioranza degli espositori avevano prodotti di largo consumo tipici dell'Asia, molti nomi conosciuti dai consumatori che praticavano la vendita diretta già tra le corsie della fiera, con file alle casse e persone che compravano di tutto.

Quando partecipo a questi eventi non voglio lasciare niente al caso, inizio quindi da un'estremità e percorro in modo preciso, ogni corridoio, guardando tutti i banchi e fermandomi solo in quelli di mio interesse.

Dopo aver esplorato tutto il primo piano mi rendo conto che, oltre alcuni rivenditori di vino con poca scelta per quello che riguarda il panorama italiano, la nostra nazione ed i nostri prodotti erano qui poco rappresentati.

Decido quindi di salire al piano superiore della fiera, il terzo piano (il secondo non è contemplato nelle mappe) dove continua la Public Hall, e dove continua il solito rituale del piano primo. Anche qui i produttori od i prodotti italiani sono in secondo piano rispetto ai prodotti asiatici (Cina, Giappone, sud est asiatico, India).

Inizia a farsi tardi, e nel pomeriggio ho appuntamenti di lavoro, quindi chiudo con una veloce carrellata al piano quinto dove si trova la "Trade Hall" , zona riservata solo ai buyer ed agli addetti ai lavori e dove i visitatori normali non hanno accesso.

Si tratta della part dove i vari buyer, da tutta l'Asia fanno affari, comprano e vendono ingenti quantità di prodotti, e dove la sostanza è più importante della forma, quini tutte le magnificenze viste negli stand al piano primo e terzo, qui svaniscono, e lasciano il posto ai vari affari internazionali.

Anche da queste parti, l'Italia non è presente, forse perché non crede di avere niente da vendere in Asia.

Con un pò di rammarico esco dalla fiera, e come per l'ingresso mi ritrovo incolonnato in una coda che mi accompagna fino alla fermata della metropolitana.

 

 

 

 

 

Gourmet zone - dimostrazioni di cucina

Gourmet zone - dimostrazioni di cucina

Padiglione del Te

Presentazioni alla stampa

Conferenze

Trade Hall - Giappone

Giorno 2

 Il secondo giorno, mi concentro sulle zone della fiera che non avevo avuto modo di vedere, parto subito da quella che credo meno interessante per i miei interessi e mi reco al quinto piano, alla  Hong Kong International Tea Fair. 

Gli espositori di Te si contendono i vari clienti, ci sono assaggi in ogni stand e i Te arrivano veramente da tutta l'Asia, qui la fiera è molto composta, ma anche in questa zona sono ammessi solo gli addetti ai lavori ed i buyer, quindi niente pubblico.

Finita l'esplorazione mi dirigo in quella che penso la parte più interessante della fiera, torno al primo piano, nella Food Expo - Gourmet Zone.

Per entrare in questa zona, se non si ha il pass come il mio, occorre pagare un biglietto aggiuntivo. 

In questa zona della fiera, dove anche i visitatori sono ammessi, il livello di prodotto sale, con stand veramente ben curati e una moltitudine di produttori con ottimi articoli.

E' possibile avere degli assaggi, parlare con i produttori acquistare ed inoltrare ordini. 

Finita anche questa zona mi sposto nella Home Delights Expo, dove si trovano tutti gli stand di elettrodomestici e di tutto il business relativo al Food ed alla casa.

Si ritrovano i grandi marchi degli elettrodomestici e le novità per la casa dei piccoli produttori, alcuni spunti interessanti e soprattutto molti prodotti che in Europa ancora non hanno fatto il loro ingresso.

e l’Italia ?

Durante i due giorni di visite e soprattutto dopo, a mente fresca, mi sono domandato, ma l'Italia che peso ha avuto in una delle fiere più importanti dell'Asia per quello che riguarda il Food ed in parte anche il Wine ?

Dobbiamo dire grazie solo alla "Camera Di Commercio Italo Orientale" di Bari, che già da 3 anni porta alcuni dei suoi associati in questa fiera, per il resto e per alcuni altri stand dove venivano venduti prodotti italiani, ma insieme a prodotti di altre nazioni, il nostro paese era assente.

Dispiace, che in un mercato come quello Asiatico, in pieno fermento, con voglia di spendere e di provare, con una percezione che in Asia hanno del prodotto Italiano medio, e cioè un prodotto di qualità e ricercatezza, che il nostro paese non riesca a partecipare in modo più massiccio a manifestazioni come queste.

La Polonia dal canto suo, e con finanziamenti della comunità europea, ha realizzato uno splendido stand, per la promozione della carne "Europea" e di altri prodotti tipici Polacchi